Istruzioni per l'uso

L'Eco Tool CONAI permette, attraverso la compilazione di un questionario on line, di valutare gli effetti delle azioni di prevenzione sugli imballaggi, mettendo a confronto la soluzione di imballaggio PRIMA e DOPO l'azione.

Per effettuare l'analisi LCA semplificata ("spedita") nel confronto fra PRIMA e DOPO, occorre inserire necessariamente 4 semplici informazioni.

Le valutazioni sono basate su informazioni che rappresentano valori medi relativi, ad esempio, all'energia necessaria per produrre la tua tipologia di imballaggio o le emissioni derivanti dalla logistica. Tutte le elaborazioni dell'Eco Tool CONAI saranno infatti effettuate utilizzando banche dati internazionali di riferimento (quali Ecoinvent, PlasticsEurope, European Aluminium Association, Worldsteel Association, etc...).

È inoltre possibile inserire alcune informazioni aggiuntive relative, ad esempio, ai dati primari del processo produttivo.

CONAI si riserva il diritto di poter chiedere ulteriori informazioni in merito al caso sottoposto o di richiedere eventuali rettifiche nel caso alcune informazioni inserite si rivelassero incoerenti con le modalità richieste dal questionario on line.

Ai sensi della norma tecnica UNI EN 13428:2005, si ricorda che non rientra tra le azioni di prevenzione la semplice sostituzione di materiale (ad es. da bottiglia in vetro a bottiglia in plastica). Pertanto, tali casi non saranno ammessi.



Le 4 informazioni di base che occorrono sono le seguenti:

1
IL FORMATO
È necessario identificare il formato dell'imballaggio su cui impostare l'analisi di confronto, ad es. grammi (g) di biscotti confezionati, litri (l) di succo contenuti, metri quadri (m2) di foglio di alluminio, ecc.). Il formato è l'oggetto di riferimento dell'analisi a cui tutti i dati inseriti dovranno essere rapportati. Esempi.
2
IL MATERIALE DI IMBALLAGGIO
È necessario prima identificare il materiale di imballaggio scegliendo tra acciaio, alluminio, carta, plastica, legno e vetro e, successivamente, specificare ulteriormente scegliendo fra le opzioni proposte (es. banda stagnata, alluminio, HDPE - polietilene alta densità - cartone ondulato, vetro trasparente, poliaccoppiato in funzione del materiale prevalente in peso - alluminio, carta o plastica - ecc.).
3
LA TIPOLOGIA DI IMBALLAGGIO
Occorre scegliere tra le tipologie di imballaggio proposte aprendo il menu a tendina (ad esempio, lattina, bottiglia, tappo, flacone, pallet, etichetta, ecc.).
4
IL PESO DELL'IMBALLAGGIO
Bisogna riportare la massa delle diverse componenti dell'imballaggio. Nel caso in cui l'imballaggio sia un POLIACCOPPIATO a prevalenza alluminio, carta o plastica, è necessario inserire anche la sua stratigrafia, indicando:
  • i materiali che costituiscono i diversi strati;
  • la massa dei singoli strati espressa in grammi per metro quadro (g/m2).

Le informazioni aggiuntive che possono essere inserite per affinare le valutazioni sul caso sono le seguenti:

IL NUMERO DI PRODOTTI PER PALLET: per poter definire gli impatti ambientali derivanti dai trasporti del prodotto imballato occorre inserire il numero di imballaggi primari che possono essere trasportati su un pallet standard (EUR pallet 1000X1200).

DATI PRIMARI DI PROCESSO: è possibile inserire i dati primari di consumo relativi ai processi di produzione e trasformazione:
  • consumi di energia elettrica espressi in kilowattora (kWh);
  • consumi di gas naturale espressi in Normal metro cubo (Nm3), considerando un potere calorifico di 38,8 MJ/Nm3;
  • consumi di acqua di processo espressi in litri (l).
SCARTI DI PROCESSO: possono essere inserite valutazioni sulla gestione degli scarti di processo, quali:
  • categoria di rifiuto (scegliendo tra pericoloso o non pericoloso);
  • tipologia di rifiuto (ad es. solventi, inchiostri, sfridi di lavorazione, ecc);
  • quantità di rifiuto, espressa in grammi (g).

Una volta terminata la compilazione, bisogna cliccare sul tasto "Riepilogo dati ed invia al CONAI" per visualizzare una sintesi di quanto inserito ed inviare il caso completo oppure salvarlo in bozza per inviarlo successivamente a CONAI.



Successivamente, verranno forniti i risultati dell'analisi LCA semplificata ("spedita") direttamente alla e-mail segnalata.